Mei Hua Ch’üan


Mei Hua Ch’üan 梅 花 拳, “destrezza o pugilato del fior di prugno”, è il celebre stile esterno che la leggenda fa risalire al mitico maestro del tempio di Shao Lin 少 林 Pai Chin Tou 白 金 斗, vissuto sotto la dinastia Ming 明 (1368-1644). Il maestro Chang Dsu Yao 張 祖 堯 (1918-1992) apprese il Mei Hua Ch’üan dal maestro Liu Pao Chün 劉 保 君 (1892-1947), allievo in questo stile del maestro K’ung Ch’ing Piao 孔 庆 标. Il Mei Hua Ch’üan è il più morbido fra gli stili esterni. Sfrutta la forza centrifuga attraverso movimenti concatenati, continui e circolari, belli, armoniosi e delicati come i cinque petali del fiore del prugno, simbolo della Cina, e ispirati anche al volo del falco, che alterna lente planate e picchiate repentine. Caratterizzante forse più che ogni altro stile esterno la Scuola tramandata dal maestro Chang Dsu Yao, esso risulta particolarmente adatto alla sensibilità femminile, nonché aggraziante e migliorante quelle maschili, per la sua estrema morbidezza e bellezza, dimostrando come per l’efficacia marziale non sia necessario un eccesso di vigore fisico.